Qua si cresce!
Oggi è iniziata la scuola materna!
Matilde era sola in classe, gli amichetti del nido sono in un’altra classe ed anche la sua inseparabile cuginetta.
Temevo soprattutto il loro distacco invece pare che stiano altrettanto bene anche separate.
Le maestre sono giovani e belle e mi sembrano anche molto preparate (il contrario della Gelmini, in tutti i sensi).
Ecco la foto della mia principessa a cui ho anche tagliato i capelli:

E qui in compagnia della cuginetta:


Non sono due bellissime principesse?
Si lo sono sono di parte però sono due bellissime principesse lo stesso, sono parzialmente obiettiva IO!
:-D

Alle 12 torno a riprendermela, certo che è un bel cambiamento, in classe sono 25, ci sono anche bambini stranieri e da oggi c’è sempre la merendina da preparare, mentre prima pensava a tutto il nido.
Intanto abbiamo già iniziato i primi esercizi di prescrittura e Matilde è così entusiasta della cosa che non vorrebbe mai smettere, sono io che invece sono più titubante.

Venerdi invece dovrei venire a sapere quando inizierà la scuola di tedesco, spero presto, è davvero bella!

Per l’occasione ho cucito un sacco per i vestiti con Hello Kitty, uguale per Matilde e per sua cugina Giorgia e stanotte alle 3 ho ricamato il nome su entrambi.
Ovviamente ho dimenticato di fotografarlo…..uffi!!!!!

Matilde tempo fa mi aveva chiesto di vestirsi da Cappuccetto Rosso per Carnevale e così avevo comprato tutte le stoffe.
Solo che appena tirato fuori il librone dei cartamodelli di carnevale se ne è uscita fuori che voleva quello da fatina dei fiori. Le ho ricordato cosa mi aveva chiesto, ma lei è molto accomodante e mi ha detto che voleva quello da cappuccetto rosso (meno male!).
Questa è la prova costume di ieri sera:

Cappuccetto1Non è stato difficile realizzarlo.
Per chi si vuole cimentare nell’impresa ha bisogno  di:
raso rosso
raso bianco
tessuto a quadretti bianco e rosso in cotone
tulle rosso
passamaneria bianca.

Prima ho tagliato un rettangolo alto 35 cm e largo 115 (la gonna)
Quindi un rettangolo largo 115 e alto una quindicina di cm (il cinturino)
Ho unito a macchina i lati corti della gonna, in fondo ho piegato l’orlo e aggiunto la passamaneria e ho cucito tutto insieme a punto dritto.
Ho preso il tulle alto circa 40 cm e largo circa 2 metri e l’ho unito a macchina sul lato corto.
Poi ho imbastito la parte superiore e tirato il filo fino a fargli raggiungere le dimensioni del tessuto a quadretti.
Ho messo il tessuto a quadretti sopra quello in tulle e ho unito con spilli per poterli cucire insieme nel cinturino.
Ho unito a macchina i lati corti del cinturino della gonna, poi ho piegato il cinturino con i bordi verso l’interno sul lato lungo e ho inserito la gonna con i due tessuti. Ho cucito lasciando una apertura in prossimità della chiusura in modo da inserire l’elastico. Ho inserito l’elastico e chiuso l’apertura. La gonna è terminata!!!!
Ho poi tagliato su raso i due davanti e il dietro della mantellina, i due pezzi che formano il cappuccio e due rettangoli per i laccetti.
Sul retro della mantellina ho fatto un cannone (praticamente è una piegatura che da ampiezza al tessuto, ho unito i due davanti e cucito a macchina. ATTENZIONE! Cucire il raso richiede pazienza, un ago sottile e occorre procedere abbastanza lentamente altrimenti verrà un disastro!!!!
Ho cucito poi il cappuccio, incluse le pieghe laterali, ho cucito anche l’orlo e l’ho unito prima con gli spilli e poi a macchina alla mantella.
A questo punto mi è bastato cucire i 3 lati di ogni rettangolo tagliato per fare i laccetti, rovesciare il tessuto e chiudere anche l’ultimo lato ed infine unirlo alla mantella. Cucio l’orlo della mantella.
Anche questa è terminata!
Taglio un quadrato di stoffa bianca e un rettangolo alto una ventina di cm.
Con le forbici stondo i lati inferiori del quadrato. Ripiego i margini per l’orlo e aggiungo la passamaneria e, come per la gonna, faccio un’unica cucitura su 3 lati.
Il quarto lato dovrò infilarlo nel cinturino. Sulla metà del lato da infilare metto uno spillo.
Prendo il rettangolo e lo piego a metà, con gli spilli ripiegoi i margini verso l’interno. Con uno spillo segno la metà esatta del mio rettangolo. Faccio combaciare la metà del quadrato con la metà del rettangolo e lo infilo all’interno. Con un’unica cucitura cucio grembiulino e cinturino.
Ecco è pronto!!!!!
Per chi ha bisogno del cartamodello della mantellina questa è stata presa dal giornale CARNAVAL DES ENFANTS che mi hanno detto è ancora in edicola.

Non contenta ho fatto anche questo vestito preso da un libro americano di moda per bambini:

vestito_fioriHo seguito il libro che spiega anche come accoppiare cotonine con disegni grandi e piccoli per fare un completo di design.
Questo è il risultato (mancano ancora i bottoni: la nonna non ce li ha ancora portati!!!):
vestito_fiori_giacca
E ora mi dedico ad un paio di vestiti a punto smock!
Devo dire che da quando sono diventata libera professionista sono diventata più creativa :-DDDDD

Eccoci qua, siamo tornati dalla fiera di Carrara.
Ci è servito, ci siamo rilassati e Matilde si è divertita ad andare di qua e di là :-)

Eccola qui mentre rientriamo dalla fiera:

carrara1
E qui con il babbo in vena di coccole…..

carrara2Il porto di Carrara al tramonto….
carrara3E il Lago di Massaciuccoli. Ecco i due compari ad osservare uccelli in un capanno LIPU:
carrara4L’oasi naturalistica…
carrara5Io e la puzzoletta su una delle passerelle:
carrara6
Foto del posto in cui abbiamo pranzato:
Fine settimana a CarraraQualche uccello a bagno:
carrara8Speriamo presto di andare al mare!!!!!

Più Matilde cresce e meno tempo ho di aggiornare il blog, peccato perchè lei in questo periodo è veramente divertente con le sue riflessioni buffe :-)

Vi lascio con la chicca di ieri.
Matilde: Mamma sei una principessa?
Io: Non lo so chiedilo al babbo
Avuta risposta positiva
Matilde: e il babbo è un principesso?

Eccola all’asilo il giorno del suo secondo compleanno
medi 001
medi 010A breve (GIURO!!!!) posterò altre foto!

Oggi ero a casa. Domani no sono al lavoro e visto che oggi sono sfebbrata (ieri 38 tutto il pomeriggio) ho ripulito casa da cima a fondo!
Formiche incluse che però loro non le ho pulite eh! Le ho sporcate di polvere ammazzaformiche che io odio le formiche e soprattutto odio che mi entrino in casa. Si perchè quando sono tornata dal ponte erano tutte belle e contente in casa nel MIO bagno (che per la cronaca è al primo piano, fetenti si arrampicano pure!)
Ma non è questo il punto anche se le ho spiaccicate tutte eh!
E a quelle rimaste gli ho fatto venire un collasso con la mia polvere. Che poi ci sono quelle del piano terra che sono di due razze diverse e quindi gli ho messo ben tre esche avvelenate così ammazzano la regina e schiattano quelle vacche.
Ma dicevo che non è questo il punto.
Dunque dopo aver messo l’anitra wc nel wc (e dove se no?) e dopo che Matilde ha avuto la bella idea di inzuppare la mia spazzola per capelli nel cesso con l’anitra wc ed io ho tolto matilde dal bagno nonostante le sue vive proteste (così vive che temevo di sentir arrivare i caschi blu dell’onu) mi son chiusa in bagno per pulire il bagno (ovvio!) dall’altra stanza intanto ancora le proteste. Con un occhio al balcone intanto controllavo se stavano per arrivare le forze dell’ordine  e nel frattempo già vedevo i titoli sui giornali "Mamma sciagurata si chiude in bagno perchè la pargola gioca con la spazzola", come minimo mi davano 40 anni, altro che Cogne!
Insomma dicevo pulisci che ti pulisco finisco il bagno ed esco (nel frattempo le proteste sono finite e si è sentito un tremendo silenzo, diciamo il silenzio prima della tempesta…già mi immaginavo la casa smontata pezzo per pezzo), dicevo che esco e la bella sorpresa è che la casa era ancora integra, certo assomiglia un po’ alla casa di un terremotato dell’aquila dopo che c’è passata Matilde ma insomma si sopravvive!
L’unica cosa è che ho dovuto mettere i rotoli della carta igienica ad asciugare al sole, la vipera è riuscita a bagnarli tutti, beh ora vedremo se ha funzionato o se dovrò buttare il tutto.
E poi ha preso i panni appena stesi e li ha messi in lavatrice, ovviamente trascinandoli per terra e soprattutto sopra i vasi di terra (che avevo appena bagnato) quindi alla fine la lavatrice ho dovuto rifarla lo stesso.
Però va bene lo stesso.
Comunque sono riuscita a dar da mangiare alla belva, due pugni di pasta al pomodoro interi e parmigiano e poi  in tavola mi guarda spocchiosa per prendermi in fallo e mi guarda di sottecchi…olio??? Eccola mi ha beccato in effetti l’olio l’avevo scordato.
Comunque dopo che quella pettegola si è magnata tutta la pasta ha voluto ovviamente anche quella fetta di mortadella (l’unica rimasta da ieri) che mi mangiavo per pranzo. Poco male c’erano rimasti giusto due cucchiai di fagioli borlotti in aceto e cipolla…eh no la belva vuole pure quelli.
Insomma alla fine non ho mangiato nulla (per questo dimagrisco la dieta non c’entra un cavolo!), ho portato la pupa a letto che si è addormentata all’istante.
E infine la scoperta fantastiliardosa.
Quel cappero di pavimento in gres del piano terra era sempre opaco perchè ci vuole una passata di lucidatrice!
E chi lo sapeva?
La prossima volta lo dico a tutti che una lucidatrice ti salva la vita!

Lo sapevo che prima o poi sarebbe capitato, il lavoro, i mille impegni, Matilde ed ho trascurato questo angolo di quiete.
Cosa dire…nel frattempo Matilde si è divertita a Carnevale, era vestita da spagnola, appena ho un secondo vi posto le foto, lei cresce, parla, diventa sempre più dolce e affettuosa. E’ birichina ma la adoro così.
I pomeriggi se non sono al lavoro (riesco a gestirmi le ore) la porto al parco visto che ora iniziano le belle giornate.
Nel frattempo ho prodotto, a maglia ed uncinetto diverse maglie, golfini e adesso sto creando willie, un cane bassotto a righe (a maglia) ed un vestito rosa (uncinetto e cucito).
Nel frattempo ho preparato un progetto per una borsa di feltro, spero di farla a breve.
Sabato andiamo anche a Vigevano a ritirare il camper, finalmente è pronto! Non vedevo l’ora perchè il 5 aprile abbiamo un incontro importante, rivediamo i nostri amici campermuniti dell’Alto Adige e con loro tutti gli amici del newsgroup infanzia.
E poi, dopo tutta questa pioggia ho tanta voglia di sole e di vacanze!
La dieta nel frattempo prosegue, non più così rigida ma procede, siamo a -13 kg e ne sono davvero felice :-)
L’11 marzo ho anche compiuto gli anni ma non vi dico quanti ;-) Con la fortuna che mi ritrovo ero a casa malata con 39 di febbre ed un disturbo gastrointestinale che credevo non volesse più passare.
Ma adesso inizia la primavera, i viaggi, il sole YUPPIE!!!!

Ciao a tutti,
ospito qui un appello di un caro amico,
mi piacerebbe che in molti aderiste….e chi legge per favore potrebbe pubblicizzare la cosa?
Grazie!

Ad agosto saranno 3 anni che Alessio ci ha lasciati, e per ricordarlo volevo regalare dei libri alla biblioteca di San Pier d’Isonzo in suo ricordo. Libri per bambini, naturalmente.
Ho gia’ parlato con la biblioteca e con la libreria presso cui mi rifornisco, ed ho trovato una serie di libri di fiabe con cd (30 volumi a 200 euro, gia’ ordinati!).
Pero’…… sarebbe bello se arrivassero anche altri libri cosi’ da riuscire a dedicare una scaffalatura intera ad Alessio.
Per questo chiedo il vostro aiuto, grazie ai vostri siti ed ai vostri blog.
L’idea sarebbe di parlare in giro di questa iniziativa, e chi ha a casa qualche libro per bambini che non legge piu’ (perche’ il bambino in questione e’ cresciuto), potrebbe spedirmelo come piego di libri (poco piu’ di un euro), che poi lo metto assieme agli altri e faccio una donazione unica alla biblioteca.
Che ne pensate? Si puo’ fare?
Se ci state, scrivetemi
Ciao a tutti
Ricky

Per scrivere a Ricky cliccate sull’indirizzo email sottostante:
kurdy@libero.it
Per visitare il Sito Web del Parco Alessio:
http://parcoalessio.altervista.org

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.