Buongiorno,
è arrivato il freddo ed io mi sono ammalata. Un virus gastrointestinale che per fortuna ha fatto danni soltanto a me!
Prima di passare a illustrare la costruzione del portapannolini casalingo vorrei che fosse chiaro che questo è un blog privato, non ha alcun intento se non quello di mettere su carta (beh non proprio) alcune mie idee…spero che sia chiaro a chi lo frequenta e a chi spia di nascosto.

Passiamo alel frivolezze.
Ieri ho inviato ad alcune ragazze una foto del portapannolini che ho fatto durante l’ultimo mese di gravidanza quando avevo ormai diradato le mie traduzioni. Però mi sono accorta che dalla foto non sono ben evidenti certi dettagli, la chiusura, il fondo etc. Quindi ho pensato di mettere qua le istruzioni, magari sono utili ad altre.
Io uso i pannolini lavabili che hanno meno impatto sull’ambiente ma può essere utilizzato anche con gli UEG.
Dunque questa è la foto del portapannolini:

PORTAPANNOLINI
La base misura cm 27×17. Bisogna ricordarsi di lasciare 1 cm per le cuciture. Si tagliano due rettangoli di stoffa. Si cuciono (dal rovescio) dritto contro dritto su tre lati lasciando libero il quarto. Si rovescia la base e all’interno si inserisce una base o in cartone molto resistente (ce ne sono in commercio, ad es. le copertine rigide dei quadernoni) o in compensato leggero. A questo punto si cuce il quarto lato a punti nascosti.
A questo punto si tagliano i due davantini davanti (cm 14×87), i due laterali (cm 17×87) e il retro (cm 27×87).
Si uniscono tra di loro lungo i lati i vari pezzi e si cuce poi la base al pannello che si è venuto creando dall’unione dei vari pezzi di stoffa.
A questo punto in alto si cuciono i due davantini sul retro mentre i laterali sono piegati in due per creare una linea piatta (è più difficile a spiegare che a fare!) lunga cm 27.
Dietro con del nastro (io ho usato del raso alto 2,5 cm) si fanno i due anelli per appenderlo.
Adesso si crea una patella di 22 cm di lunghezza con due pezzi di stoffa che taglierete dandole la forma tondeggiante che vedete in foto. La cucite dritto contro dritto, la rivoltate e ci mettete dell’ovatta all’interno, poca, tanto per darle una certa consistenza.
A questo punto cucite a punti nascosti del sangallo lungo i bordi della patella. Al centro dei davantini si cuciono due nastri (ho usato lo stesso raso) e così si può anche chiudere il portapannolini. Il mio è strapieno ma gli UEG prendono meno spazio ed il vostro sarà più in forma del mio 😀
Io lo trovo comodissimo, così so sempre dove sono ed appena li prendo dal terrazzo li ripongo subito lì.
Buon lavoro!

Annunci