Eh si da quando è iniziato l’asilo ci stiamo ammalando tutti e tre mooolto più spesso, soprattutto io che sto di più con la piccoletta. Forse Brunetta non ha calcolato che le mamme si ammalano di più o forse non ci arriva a pensarlo….
Comunque questa settimana siamo di nuovo a casa, Matilde è sotto antibiotico per un’altra otite, se c’è una cosa che ha ereditato dalla mamma sono proprio le orecchie delicate :-(((
Io avrei voluto rilassarmi, ma non so perchè alla fine non mi riposo mai πŸ™‚
Però ho fatto una torta di mele fenomenale πŸ™‚
E’ una torta ubriaca e mi piace da morire…forse per affogare il dispiacere di non essere riusciti a partire in camper neppure questo fine settimana….
Eccovi la ricetta:

DOLCE DI MELE KRONSTADT

180 g farina
1 cucch.no lievito in polvere
90 gr burro a temperatura ambiente (ammetto di avercene messo 50 g)
60 g zucchero
1 bustina zucchero vanigliato

Per la farcitura:

500-750 g mele
2 cucchiai uvetta
4 cucchiai zucchero
5 cucchiai di whisky scozzese o irlandese o un misto dei due oppure rum
(ammetto di avercene messo di più)
1 cucchiaio di zucchero a granelli (non ho capito cosa intenda quindi ho
usato quello di canna)

Per la glassa:

30 g burro ammorbidito
40 g zucchero
2 uova
liquore di cui sopra

Si mescola la farina e il lievito, poi si aggiunge il burro, lo zucchero e
lo zucchero vanigliato e si lavora l'impasto con le mani come per la
sablè, quindi si mette in uno stampo imburrato o con carta forno.
Si sbucciano le mele, si leva il torsolo e si fanno a fette sottili. Si
mettono insieme all'uvetta e allo zucchero in un tegamino e ci si versa
sopra il liquore.
Si fa assorbire il liquore per alcune ore, meglio se 1 giorno intero,
rimescolando ogni tanto.
Quindi si mettono le fettine di mela sulla pasta e si cosparge con lo
zucchero a granelli. Si cuoce a 200 gradi per una ventina o trentina di
minuti.
Montare a neve gli ingredienti della glassa, distribuire sulle mele e
informnare ancora per 10 minuti.

Spruzzate ancora con un po' di liquore.

E poi ho una bella notizia πŸ™‚
E’ nata la mia nipotina che si chiama Viola, eccola qui, in questa foto ha 7 ore di vita
PICT1349Mi ha fatto impressione così piccolina, Matilde era una gigantessa, enorme, lunga, invece lei con quelle manine delicate, bianchissime. Benvenuta stellina!

Questa invece è la mia stellina fotografata oggi mentre ciuccia senza far storie il suo antibiotico:
PICT1356Ha iniziato anche a parlottare.
In questi giorni non fa altro che dire Uscia o Escio perchè stellina non ce la fa più a stare in casa πŸ™‚
Altre paroline:
Pappa = pappa (cibo) ma anche scarpa
Sciappa = sciarpa
Appa = acqua ma anche palla
Babba, babbo = entrambi babbo
Mamma = mamma
caccà = cascato
cacca = tazza
totto = pronto
nonna = nonna
nonno = nonno
tetta = tetta
uffa = uffa
ceccia = sedia
cecce = a sedere ( in toscano "a cecce")
Pescio = pesce
Ciccia = carne
Sta cominciando proprio a crescere πŸ™‚

Annunci